La Trattoria Oppici propone ricchi menù a base di pasta fresca fatta in casa, cacciagione della zona e torta fritta che accompagna i salumi provenienti direttamente dalle aziende agricole limitrofe della Valtaro e Valceno.

Di recente ristrutturazione è l'ala est dell'edificio, battezzata "l'Enoteca del Principe" dove, in un ambiente romantico con le sue pareti con sasso a vista e curato nel minimo dettaglio, potete scegliere di persona la vostra bottiglia recandovi all'esposizione di vini oppure affidarvi all'esperienza dell'oste Giuseppe.

Montevaccà é un suggestivo borgo montano che si trova sull'omonimo passo che collega l'Alta Val Taro e la Val Ceno in provincia di Parma, località ancora ben conservata dove si respira l'atmosfera di una montagna d'altri tempi.

La zona fa parte dell' appennino tosco-emiliano: Dalla bassa collina che inizia a sud della via Emilia si arriva sino alle terre alte di crinale che confinano con la Liguria e la Toscana come nel periodo ducale: sono infatti ancora visibili i cippi di confine del Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla. Qui sorgono le cime più alte: il M.te Maggiorasca (m.1799); il M.te Penna (m.1735); il M.te Orsaro (1831).

 

In questo vasto spazio disegnano l'assetto del territorio le tre valli principali del Ceno, del Taro e del Parma; corsi d'acqua che hanno origine ad alta quota e si aprono un varco con un'azione di corrosione che ha dato origine alle vallate in direzione sud/nord. Essendo impossibile indicare un solo percorso, si suggeriscono due temi di riferimento da usare come strumenti per percorrere le strade, tutte perfettamente agibili, che si inerpicano sino ai crinali, che corrono nelle valli o si distendono sinuose nelle prime colline. Da molti punti il turista potrà inoltre trovare sentieri segnati passeggiate o vere e proprie escursioni come è il caso del sentiero che unisce il Lago Santo con il Passo della Cisa.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now